sito web

Per essere sempre aggiornato sulle nuove attività, iscriviti alla nostra Newsletter.

Newsletter

Pubblicità

Linee guida per chiedere un consulto.pdf
Documento Adobe Acrobat [30.7 KB]
Download
Linee guida web 2.0.pdf
Documento Adobe Acrobat [36.2 KB]
Download
Top 10 Netiquette.pdf
Documento Adobe Acrobat [50.0 KB]
Download

Sito Creato Marzo 2009

Ultimo Aggiornamento

09 Febbrario 2014

Esercizi domiciliari dopo un intervento di protesi d'anca

Versione stampabile
Es. protesi anca.pdf
Documento Adobe Acrobat [1.9 MB]
Download

Data creazione pagina 15 Giugno 2009

Ultimo aggiornamento 25 gennaio 2013

Scrivi commento

Commenti: 90

  • #1

    Adriana F. (martedì, 30 giugno 2009 07:43)

    Molto utile nell'intervento immediato post operatorio, grazie!

  • #2

    fabrizio p. (mercoledì, 21 ottobre 2009 12:01)

    esauriente!chiari gli esercizi

  • #3

    anna liuni (giovedì, 08 aprile 2010 16:39)

    ho appena praticato un intervento di protesi d'anca con metodo amis.pensavo che il recupero fosse più veloce.ma cosi non è.Cosa ne pensate?

  • JimdoPro
    #4

    Antonio Siepi (domenica, 11 aprile 2010 00:36)

    La via di accesso AMIS (Anterior Minimally Invasive Surgery in Total Hip Replacement = Chirurgia Mininvasiva con via d'accesso anteriore per artroprotesi totale d'anca) è una chirurgia che realmente preserva i muscoli. Con la via di accesso AMIS il chirurgo non deve sezionare i muscoli e ciò è fondamentale per un pronto recupero del paziente. L'approccio anteriore è l'unica tecnica che segue uno spazio sia intermuscolare che internervoso e che per questo riduce il rischio di danneggiamento delle strutture periarticolari quali muscoli, tendini, vasi sanguigni e nervi. Nonostante questo, si tratta sempre di un intervento chirurgico, con i suoi tempi fisiolgici di recupero, l'importante è che stia seguendo un corretto percorso riabilitativo per accellerare il processo di guarigione.
    Auguri.

  • #5

    moreno (domenica, 25 luglio 2010 03:42)

    dolori molto forti anche dopo una settimana dall'intervento da che cosa possono essere causati

  • #6

    Pasquale (venerdì, 18 marzo 2011 12:26)

    Dopo 50 giorni dall'intervento, ancora non mi sento sicuro nel camminare, è normale? e se lo è quanto tempo debbo ancora attendere facendo gli esercizi di riabilitazione quasi tutti come quelli illustrati dal video? E perchè il video non lo mandate, già tradotto in italiano?

  • #7

    Lucia Bonaria (sabato, 14 maggio 2011 15:44)

    Mi chiamo Giuseppe Bonaria ,Ho Settantaotto anni ,sono stato operato all'anca destra con protesi totale ,sono in attesa di fare la riabilitazione ,chiedo se potete indicarmi un centro dove si prendono cura di pazienti come nel mio caso anno subito un intervento dell'anca.Mi sono operato in data (2-5-20011)Abito In Grottammare (A.P) Marche Grazie

  • #8

    nicoletta (mercoledì, 06 luglio 2011 06:49)

    mercoledi 6-7-2011
    molto interessante ed utile per mia mamma che ha subito un intervento di protesi totale all'anca a causa di una caduta domestica. molto anziana quasi 90 anni sta praticando terapia fisiatrica a domicilio dopo un periodo di circa due mesi in ospedale... ha trovato questo video adatto alle sue esigenze, naturalmente non potrà eseguire tutti gli esercizi,ma gran parte, a causa della poca elasticità e mobilità. grazie mille di questa opportunità.

  • #9

    giovanna cossu (martedì, 19 luglio 2011 21:57)

    sono una fisioterapista. vorrei sapere se si possono organizzare corsi ecm in sardegna. nell' evantualità che la risposta sia affermativa vorrei conoscere le modalità per potervi partecipare. ringrazio in anticipo giovanna cossu

  • JimdoPro
    #10

    Antonio Siepi (mercoledì, 20 luglio 2011 20:44)

    @giovanna cossu:
    Ciao giovanna, per l'organizzazione di corsi ecm dovresti rivolgerti alla segreteria della tua regione dell'AIFI oppure sentire la segreteria nazionale all'indirizzo www.aifi.net
    Saluti.

  • #11

    lisaselmi (sabato, 30 luglio 2011 21:14)

    La mia mamma ha fatto un intervento di protesi all'anca il 1 luglio. Da una settima, fa riabilitazione in casa, il realtà il fisoterapista gli fa dei massaggi invece di esercizi é corretto ??? Sono titutbante perchè sono ricomparsi dolori all'inguine come i primi giorni dopo l'intervento. Grazie

  • JimdoPro
    #12

    Antonio Siepi (domenica, 31 luglio 2011 11:46)

    @lisaelmi:
    Siccome è passato un mese dall'intervento, e da poco ha iniziato la riabilitazione, probabilmente il collega sta facendo dei massaggi per eliminare le aderezenze/contratture dovute all'immobilità, prima di procedere con gli esercizi.
    Stia tranquilla, che avere un dei dolori è normale quando si comincia la terapia.
    Saluti

  • #13

    marina (martedì, 02 agosto 2011 16:47)

    ho 44 anni sono stata operata di protesi totale all'anca 10 giorni fa, uso le 2 stampelle, sono in ottima salute e non ho dolori alla ferita, quanto carico posso dare sull'anca malata

  • #14

    Francesca (venerdì, 05 agosto 2011 05:21)

    Sono stata operata per alluce valgo il 14 luglio, sono un po' preoccupata perché dopo una settimana circa ho fatto una rovinosa caduta in casa... Un dolore atroce ma nessuna compromissione apparente, anche se ho l'impressione che adesso il piede abbia ancora qualche problema, spero non dovuto alla caduta: a parte il dolore, che non mi interessa in sé, la testa del metatarso sembra ancora un po' "ingrossata" e la falange non drittissima. Devo dire che da circa una settimana ho tolto la scarpa ortopedica e messo delle scarpe basse e morbide (Nike da corsa categoria A3) di un numero in più per sicurezza, anche se cerco di camminare poco per non compromettere niente... 1) posso aver rovinato l'intervento?? 2) cosa devo fare se esiste il rischio? 3) devo limitare gli spostamenti a piedi, rimettere la scarpa ortopedica, tenere le Nike ma andare un Po con le stampelle per sgravare l'avampiede o posso andare a piacimento? Scusi il disturbo ma il chirurgo non è particolarmente disponibile e oltre tutto è andato in ferie, intanto io sono più o meno terrorizzata all'idea di non poter tornare a correre sul serio...

  • JimdoPro
    #15

    Antonio Siepi (sabato, 06 agosto 2011 15:24)

    @marina:
    Dipende dal tipo di protesi che le hanno impiantatato, cementata o non-cementata.
    Nel primo caso il carico totale è concesso da subito, anche se dovrà usare le due stampelle per almeno 3-4 settimane, mentre nel seconda caso i tempi sono un pò più lunghi; carico parziale per
    6-12 settimane sempre usando entrambi i bastoni.
    Saluti.

  • JimdoPro
    #16

    Antonio Siepi (sabato, 06 agosto 2011 15:29)

    @Francesca:
    Non credo che con la caduta abbia compromesso l'intervento, però per eliminare ogni dubbio, le consiglio di sentire il chirurgo che l'ha operata. Nel frattempo eviti di caricare troppo sul piede, usi anche delle stampelle se deve camminare molto,non rimetta la scarpa ortopedica e faccia dei bagni in acqua fredda per diminuire il gonfiore.
    Saluti

  • #17

    salvo (sabato, 17 settembre 2011 19:45)

    salve o subito un intervento all'anca mettento una protesi cementata perche o una patologia che si chiama scharcot marie tout operazione e andata bene non sento dolore allanca ma bensi quando carico mi fa male il ginocchio 25 giorni che ci faccio carico come mai questo dolore al meniscoe normale

  • JimdoPro
    #18

    Antonio Siepi (lunedì, 19 settembre 2011 18:53)

    @salvo:
    Ma sta facendo la riabilitazione?
    Il dolore al ginocchio può essere dovuto ad un carico scorretto o ad una ipotonia dell'arto. Provi a camminare senza extra-ruotare molto l'anca e per brevi percorsi. Faccia anche delle applicazioni di ghiaccio sul ginocchio se tende ad infiammarsi.
    Auguri

  • #19

    vittoria.gattari (martedì, 11 ottobre 2011 13:37)

    ho 50 anni. ho fatto la protesi d'anca + allungamento esattamente 1 anno fa. poichè il tono muscolare della coscia è molto basso oltre ai normali esercizi di ginnastica che l'Istituto S.Stefano di p.Potenza Picena (MC) mi hanno insegnato e che eseguo giornalmente anche con l'ausilio di un peso da 1/2 Kg, potrei fare dell'acqua bike? o ci sono controindicazioni? grazie.
    vittoria gattari

  • JimdoPro
    #20

    Antonio Siepi (martedì, 11 ottobre 2011 20:48)

    @vittora.gattari:
    Non ci sono controindicazioni per l'acquabike, però siccome non ha ancora recuperato il tono muscolare, potrebbe andare a sovraccaricare il suo impianto. Semmai, provi a fare qualche ciclo di idrokinesi di rinforzo prima, e se non ci sono problemi, potrà iniziare l'acquabike tranquillamente.
    Auguri.

  • #21

    laura (giovedì, 10 novembre 2011)

    io sono stata operata di protesi al ginocchio febbraio 2011,ma il ginocchio mi fa ancora male da cosa dipende cammino seza bastoni ,ma ho dolore e poca forza nelle gambe puo' dipendere dai muscoli mi aiuti

  • JimdoPro
    #22

    Antonio Siepi (domenica, 13 novembre 2011 10:10)

    @laura:
    Certo, la poca forza nella gamba può dipendere da una ipotonia muscolare. Lei ha fatto della riabilitazione dopo l'intervento, e per quanto tempo?

  • #23

    ALITE SALVATORE (giovedì, 24 novembre 2011 11:11)

    sono stato operato per amputazione dell'arto inferiore (disarticolazione del ginocchio) dopo 75 giorni o ancora forti dolori al moncone come mai.

  • JimdoPro
    #24

    Antonio Siepi (venerdì, 25 novembre 2011 18:28)

    @ALITE SALVATORE:
    Il dolore che avverte, dopo un'amputazione, viene descritto come "sindrome dell'arto fantasma" e può comparire e durare anche a distanza di mesi dall'intervento. Ciò è dovuto al fatto (detto in parole semplici) che nella nostra corteccia cerebrale, diciamo così, è stampata la rappresentazione dello schema corporeo. Se l'arto manca, quasto viene "ricordato" ugualmente dal cervello. Essendo un dolore di origine neuropatica, il mio consiglio e di rivolgersi ad un neurologo che sicuramente La potrà aiutare.
    Saluti

  • #25

    Emanuele Sammartino (venerdì, 02 dicembre 2011 10:26)

    Mi sono operato con protesi al ginoccho DX circa due anni fa. Non ho mai avuto problemi. Da qualche giorno, non capisco come e perchè, all'imprvviso e senza preavviso ho dei fortissimi dolori al ginocchio DX indipendentemente dalla posizione. Preciso che stando in piedi non ho dolori, ho notato che si verificano più spesso durante un movimento, tipo sedermi o alzandomi dal letto. La cosa mi preoccupa molto anche perchè ho 61 anni e già con altri problemi. La ringrazio per la risposta.

  • #26

    Danilo stanzione (domenica, 04 dicembre 2011 19:20)

    Sono un professionista del settore video molto bello

  • JimdoPro
    #27

    Antonio Siepi (lunedì, 05 dicembre 2011 13:17)

    @Emanuele Sammartino:
    Anche se non è semplice darle un consulto a distanza, escluderei che il problema sia la protesi. Se ha dolore quando si siede, o si alza dal letto le cause potrebbero essere l'anca o la schiena che irradiano al ginocchio. Le consiglio una visita con uno specialista per una corretta diagnosi.
    Saluti
    Saluti.

  • #28

    vittorino veronese (mercoledì, 07 dicembre 2011 11:21)

    dopo un intervento all'anca con una protesi che tipo di esercizi ginnici meglio evitare in palestra?'
    Grazie Vittorino

  • JimdoPro
    #29

    Antonio Siepi (giovedì, 08 dicembre 2011 18:34)

    @vittorino veronese:
    Per le prime 6-8 settimane dall'intervento bisogna evitare movimenti di flessione dell'anca oltre i 90°, quindi stare attenti a non sedersi su sedie troppe basse oppure raccogliere oggetti a terra con l'arto esteso; inoltre bisogna evitare i movimenti di adduzione e intrarotazione, tipo accavallare le gambe. Successivamente questi movimenti potranno essere fatti, però bisognerà sempre evitare posizione estreme di flessione e di intrarotazione dell'anca.
    Saluti.

  • #30

    walterbombardi@alice.it (sabato, 17 dicembre 2011 10:48)

    ho subito un intervento di protesi conservativa da ormai 60 giorni,uso ancora un bastone canadese,continuo la riaabilitazione,ma ho sempre dolore ad appoggiare l'arto ,mi dicono che le radiografie son buone ,ma non so cosa pensare,ho 45 anni ed ero uno sportivo di arti marziali,ma non so se tornero' ad allenarmi,che giudizio mi date?

  • #31

    federico (domenica, 25 dicembre 2011 15:43)

    buongiorno,e buon natale.
    mio padre circa tre settimane fa ha subito l'intervento di protesi totale del ginocchio dx.intervento perfetto tranne il fatto che le punture anti trombosi non hanno fatto effetto con conseguente trombosi alla tibia dx.detto questo, per necessita i medici hanno deciso di obbligarlo al riposo totatle e solo ieri dopo 3 settimane è stato dimesso e l'unica modalita di esercizio da trattare/cominciare è quella passiva.siccome so che piu esercizio si fa e meglio è vorrei ankio fare alcuni esercizi semplici(oltra a quelli della fisioterapia che farà) per tenerlo in movimento il piu possibile! cosa mi consigli?? spero piu che altro che non subisca un blocco totale del ginocchio!
    grazie,saluti

  • #32

    antonella (lunedì, 02 gennaio 2012 00:46)

    Buongiorno dottore, ho 54 anni da due mesi ho subito un intervento di artroprotesia anca dx a seguito displasia congenita faccio fisioterapia e ho iniziato nuoto, deambulo con una canadese ma se la tolgo non cammino bene a causa di una debolezza muscolare e sento la gamba un pò debole. Cosa posso fare per migliorare la muscolatura e, ancor di più, riuscirò a fortificare il muscolo e tornare a camminare bene senza l'ausilio della canadese? Grazie e saluti

  • JimdoPro
    #33

    Antonio Siepi (domenica, 08 gennaio 2012 15:33)

    @walterbombardi:
    Bisognerebbe capire se il dolore che sente è dovuto ad un problema articolare o muscolare. Ne dovrebbe parlare con l'ortopedico che l'ha operata per avere dei chiarimenti. Nel frattempo continui pure con la fisioterapia che sicuramente le sarà di aiuto.
    Auguri.

  • JimdoPro
    #34

    Antonio Siepi (domenica, 08 gennaio 2012 15:38)

    @federico:
    Sono molti i fattori che bisogna considerare nella riabilitazione passiva, e per chi non è un operatore del settore diventa difficile gestire il dolore o qualche conseguenza. Per cui Le consiglio di rivolgersi ad un fisioterapista che verrà a domicilio a svolgerla.
    Saluti.

  • JimdoPro
    #35

    Antonio Siepi (domenica, 08 gennaio 2012 15:41)

    @antonella:
    Dovrebbe associare anche del rinforzo muscolare a secco tipo palestra, naturalmente sempre seguita da un fisioterapista, per recuperare velocemente il tono muscolare perso.
    Auguri.

  • #36

    Gianni (lunedì, 09 gennaio 2012 17:21)

    Salve, ho 54 anni oggi e mi sono operato di protesi totale al ginocchio sinistro tre mesi fa. Ho fatto due cicli di fisioterapia. Quando cammino ho dei dolori e anche quando piego il ginocchio e sono un po' preoccupato; in più dall'operazione i miei dolori all'anca sembrano essere aumentati.
    Qual'è la sua opinione? Tornerò presto a muovermi come prima senza grossi problemi?
    Cordiali saluti

  • #37

    DANIELA (martedì, 10 gennaio 2012 21:15)

    Salve. ho 54 anni ho fatto l'intervento di protesi nn cementata all'anca dx 8 settimane fa.Cammino cn una stampella, senza ho una leggera zoppia (nn so se è normale).Faccio ciclette e esercizi presentati nel video, l'unico in cui trovo difficoltà e dolore all'iguine è nell'alzare la gamba stando distesa sul letto. Provo dolore all'inguine anke al tatto( sembra un tendine teso) e qnd sto tanto in piedi.é normale? Ke eserci posso fare x rilassare il tendine?
    Grazie in anticipo e cordiali saluti.

  • JimdoPro
    #38

    Antonio Siepi (mercoledì, 11 gennaio 2012 18:29)

    @Gianni:
    Purtroppo a volte i dolori possono perdurare anche a distanza di mesi dall'intervento, e questo dipende da vari fattori quali la clinica precedente del suo ginocchio, il tipo d'intervento e lo stato del tono muscolare. Il dolore all'anca, probabilmente, è dovuto ad uno scorretto carico a causa del dolore al ginocchio.
    Io le consiglio di avere ancora un po' di pazienza, ma se il dolore persiste di parlarne con l'ortopedico che l'ha operata.
    Saluti

  • JimdoPro
    #39

    Antonio Siepi (sabato, 14 gennaio 2012 18:55)

    @DANIELA:
    Il dolore che sente nell'alzare la gamba, potrebbe essere dovuto ad una contrattura dei flessori dell'anca non ancora sufficientemente tonificati.
    In questo caso, più che esercizi andrebbero bene dei massaggi decontratturanti della muscolatura.
    Saluti

  • #40

    luciano (sabato, 04 febbraio 2012 16:12)

    dopo 7 mesi sto cominciando a dormire dopo una protesi al ginocchio dopo dolori inanerrabili ora son contento pero mi si gonfia la gamba dal ginocchio in giu eco tutto ok cosa posso fare
    ora mi anno corretto i plantari puo esser giusto?
    il gofiore non provoca male. complimenti per i servizi

  • JimdoPro
    #41

    Antonio Siepi (martedì, 07 febbraio 2012 20:01)

    @luciano:
    Non credo che sia la protesi a farle gonfiare tutta la gamba. Si rivolga pure al suo medico curante, che le prescriverà degli esami per individuarne le cause.
    Saluti

  • #42

    maurizio de fazio (giovedì, 09 febbraio 2012 15:26)

    salve dottore mia madre di 74 anni ha subito due operazioni, una endoprotesi all'anca sinistra nel 2010 e un chiodo all'anca sinistra nel 2011 a distanza di 14 mesi circa. il colpo al morale e al fisico è stato molto duro, ho il sospetto che mia madre si stia lascinado andare, dice che non ce la fa e la terapia è inutile, ( dopo aver fatto 3 cicli da 10 sedute) Vorrei spronarla a farle capire che la riabiliatzione in un centro specializzato possa essere una buona soluzione. aTTUALMENTE SI APPOGGIA CON un bastone solo. secondo lei devo insistere per una terapia in un buon centro? che esercizi dovrebbe fare a casa anche da sola? grazie in anticipo. saluti maurizio

  • #43

    Giancarlo Bernardini (giovedì, 09 febbraio 2012 19:00)

    Sono stato operato all'anca con metodo AMIS e contemporaneamento ho fatto una osteotomia tibiale con innesto, nel mese di luglio.
    Tutto si è svolto bene ma continuo ad avere una ipersensibilità nella zona anteriore della coscia.
    Un fisiatra mi ha detto che potrebbe essere una lesione del nervo femorale.
    La cosa si può risolvere con il tempo?

  • JimdoPro
    #44

    Antonio Siepi (venerdì, 10 febbraio 2012 20:38)

    @Maurizio De Fazio:
    Probabilmente dopo 3 cicli di terapia, sua madre è un po' stanca di frequentare dei Centri specializzati, anche se necessita ancora di terapie.
    Provi a contattare un fisioterapista che venga a domicilio, in modo tale da motivarla maggiormente ad effettuare gli esercizi, e che le possa insegnare anche quelli da compiere quotidianamente.
    Saluti.

  • JimdoPro
    #45

    Antonio Siepi (venerdì, 10 febbraio 2012 20:49)

    @Giancarlo Bernardini:
    Sinceramente non credo ad una lesione del nervo femorale, altrimenti avrebbe anche deficit motori.
    Durante un intervento all'anca, possono essere lese delle fibre sensitive che possono causare il problema da Lei descritto.
    Le consiglio di parlarne con l'ortopedico che Le ha fatto l'intervento, per avere maggiori delucidazioni.
    Saluti

  • #46

    maurizio de fazio (lunedì, 13 febbraio 2012 13:01)

    dottore grazie per la risposta e complimenti. ma quindi secondo lei non dobbiamo mollare e dobbiamo spingere mia madre a continuare la terapia? lei crede che la fisioterapia, motoria posturale possano alzare la soglia di benessere fisico e motorio? peccato lei non sia di napoli altrimenti mi sarei affidato alle sue cure.

  • JimdoPro
    #47

    Antonio Siepi (mercoledì, 15 febbraio 2012 20:12)

    @Maurizio De Fazio:
    Si certo, la fisioterapia è sicuramente utile al recupero motorio dell'articolazione, a patto che non diventi una costrizione altrimenti avremo un risultato vano. Per questo Le consigliavo di contattare un fisioterapista a domicilio, in modo tale da impostare un programma riabilitativo "personalizzato" a seconda delle necessità di sua madre.
    La ringrazio della stima, ma credo che a Napoli ci siano sicuramente dei colleghi preparati che potranno aiutarla.
    Saluti.

  • #48

    gino (lunedì, 05 marzo 2012 12:34)

    quattro mesi fa ho subito l'espianto della protesi dell'anca perche' infetta. ora sono senza nes ren suna protesi.aspettando il reimpianto devo fare terapia .l'inattivita' mi mi ha reso impossibilitato a muovermi cosa mi consigli di fare?

  • JimdoPro
    #49

    Antonio Siepi (mercoledì, 07 marzo 2012 20:38)

    @gino:
    Le consiglio di affidarsi ad un fisioterapista per mobilizzare passivamente l'arto, in modo da evitare la perdita di tono muscolare, la formazione di contratture e/o aderenze ed essere già pronto all'impianto della nuova protesi.
    Auguri.

  • #50

    mazzetti stefano (giovedì, 08 marzo 2012 22:26)

    salve dottore, un parere e un consiglio...............ho subito protesi totale d'anca fatta al Rizzoli di Bologna, tutto bene, purtroppo il giorno della dimissione 3 dicembre 2011(5 giorni dopo operazione, protesi non cementata) ritornando a casa accompagnato da mia cognata in auto,percorrendo l'autostada a1, siamo stati tamponati , a parte danni all'auto, io ho battuto ginocchio e piede e rimastro incastrato nell'auto, è intervenuta polizia e autoambulanza e mi hanno portato all'ospedale di Firenze dove con esami e radiografie mi hanno dimesso con 15 giorni , indicazioni di non lussazione, ma probabile distorsione piede e contusioni multiple a ginocchio,gamba,etc, .......(che fortuna è), non ho potuto fare fisioterapia adeguata per il primo mese/e mezzo,causa dolori al piede e ginocchio, ho seguito tutta la terapia farmacologica indicatami al rizzoli e fatto fisio passiva,da un mese sto facendo varie tecniche in un centro specializzato al recupero postoperatorio(posturale,fisiokinesi,ginnastica,massoterapia,etctec)non prendo piu nessun tipo di farmaco, il dolore insopportabile che avevo all'anca non c'è piu, ma sono dolorante in tutta la gamba operata ed anche l'altra, al controllo dopo 40 giorni l'unica cosa che mi hanno detto è che la protesi è in sede, quando poi ho spiegato l'accaduto mi hanno risposto che per il controllo previsto dovevano solo accertarsi di quello, e che visto che c'era stato un incidente non si esprimevano su eventuali complicanze ,sia perchè il tempo passato era poco, sia perchè se complicanze ci sono vanno stabilite le responsabilità tra incidente o operazione, in pratica ho capito parlando sia con il mio medico che un'altro ortopedico, che un medico legale che in considerazione dell'incidente è difficile stabilire nel caso ci siano le responsabilità, ma questa è una cosa inerente l'assicurazione e sviluppi legali, poco mi importa di questo, uno perche sono imprenditore e nessuno mi paga terapie o assenze, due perchè quello che interessa me è stare il meglio possibile, ma sono frustrato dalle risposte vaghe che mi danno medici,assicuratori,etctec, nel senso che si percepisce la difficolta di esprimere un parere visto l'incidente......1- mi sa consigliare visite da poter fare??,è possibile che ci sia stato uno spostamento della protesi causa forte urto??, se si come e cosa posso fare??il ritardo di fisioterapia puo compromettere o tardare il recupero??, in condizioni "normali" quale range in mesi per recupero totalè incluso dolori e zoppia che ancora ho vistosamente??
    la ringrazio del suo tempo e le risposte che vorrà darmi-stefano

  • JimdoPro
    #51

    Antonio Siepi (domenica, 11 marzo 2012 22:14)

    @mazzetti stefano:
    Credo che i medici non si esprimano sulla prognosi o eventuali complicanze post-incidente perché è passato poco tempo dal trauma e non possono prevedere come risponderà l'impianto protesizzato. Ciò che conta e che la protesi sia rimasta in sede e che non ci siano state fratture di bacino.
    Aver cominciato in ritardo la fisioterapia non comprometterà il recupero, però deve essere cosciente che, a causa del trauma, i tempi si allungheranno. In maniera graduale bisognerà recuperare la funzionalità del piede, ginocchio e anca,quindi continui pure con la riabilitazione fino al recupero completo poi se ci saranno eventuali postumi dovranno essere discussi in sede medico-legale.
    Auguri.

  • #52

    fabio (mercoledì, 14 marzo 2012 09:06)

    sono stato operato di protesi d'anca nel 2008 oggi avverto dolori all'inguine da cosa dipende?

  • JimdoPro
    #53

    Antonio Siepi (domenica, 18 marzo 2012 10:25)

    @fabio:
    Non credo che sia la protesi a procurarLe questi dolori, anche perché sono passati già 4 anni dall'intervento. Probabilmente sono di natura muscolare, ma occorre una visita da un ortopedico per approfondire la diagnosi.
    Saluti.

  • #54

    amedeo (mercoledì, 28 marzo 2012 13:13)

    buongiorno ho 35anni ho dolori anche inguine bilaterale come patologia cam ,non ho perso il lavoro per dolori artroci .

  • #55

    Chiara (sabato, 31 marzo 2012 14:00)

    Buongiorno. Sono stata operata di atroprotesi all'anca dx in seguito ad ischemia ossea ( immotivata ed improvvisa...) Ho 53 anni e ho sempre fatto una discreta attività fisica. Tutti i giorni percorrevo almeno 6 km. in camminata veloce ( Fitwalking)...l'ischemia è stata diagnosticata in settembre, dopo che da luglio manifestavo ed esponevo questo dolore a diversi specialisti, senza aver nessun riscontro se non un "non è niente"... In seguito ( finalmente ) risonanza magnetica e diagnosi, ma il tutto era ormai ad uno stadio molto avanzato. Ho fatto 60 sedute di camera iperbarica e poi il 22 febbraio sono stata operata.
    Il dolore all'anca è scomparso immediatamente e non ho più avuto nessun problema in corrispondenza, in compenso, da subito, ancor prima di alzarmi da letto, ho manifestato un dolore laterale al ginocchio, che prima non ho mai avvertito. Il dolore si manifesta sia da in piedi, che seduta o sdraiata, e non sono ancora riuscita a capire bene cosa sia che lo scatena... anche se ho notato che compare principalmente quando sposto il peso sul fianco operato o quando inavvertitatmente "ruoto" anche solo di pochi millimetri, la gamba interessata.
    Con questi ( pochi) elementi, è in grado di aiutarmi a capire la causa ed eventualmente suggerire qualche ipotesi di soluzione o rimedio? Se assumo antinfiammatori il dolore si attenua fin quasi a scomparire e in quei momenti riesco a dare molto più peso alla gamba, eseguendo correttamente gli esercizi assegnati dalla fisioterapista. Grazie

  • JimdoPro
    #56

    Antonio Siepi (sabato, 31 marzo 2012 17:11)

    @amedeo:
    Le patologie Cam nel conflitto femoro-acetabolare dell'anca possono provocare i sintomi da Lei descritti. Questo accade perché la sfericità della testa e del collo del femore sono imperfette e provocano un anomalo contatto tra la testa femorale ed il margine dell'acetabolo. Il trattamento può essere chirurgico o conservativo, ma si deve rivolgere ad un ortopedico che è lo specialista adatto al suo problema.
    Saluti.

  • JimdoPro
    #57

    Antonio Siepi (giovedì, 05 aprile 2012 20:23)

    @Chiara:
    Sicuramente è un dolore che irradia dai muscoli dell'anca, però occorre un'attenta valutazione per individuarne l'origine. Le consiglio di parlarne con l'ortopedico, o la collega che la sta seguendo, per approfondire la causa.
    Auguri.

  • #58

    Pina (martedì, 24 aprile 2012 11:38)

    Salve Dott. Antonio Siepi vorrei un parere da parte sua...Mia nonna 81 anni ha avuto un ictus e dopo aver fatto un ricovero di piu di 2 mesi con rispettiva riabilitazione adesso stiamo aspettando la visita dal geriatra ma ci vorra piu di un mese e quindi non farà terapie in questo arco di tempo.Vorrei sapere se posso aiutarla e fare terapie in casa per non far addormentare ancora di piu i muscoli tutto il lato destro specialmente la mano ed il piede si sono gonfiati enormemente.La prego Dottore mi dia un aiuto non so a chi rivolgermi ed in piu mia nonna non collabora.Attendo risposta con urgenza Cordiali Saluti e grazie anticipatamente.

  • #59

    gaetano pasquariello (giovedì, 26 aprile 2012 16:08)

    ho 69 anni e sono stato messo in trazione per una frattura dell'anca-senza essere operato- è un mese che , tolta la trazione, pare che la frattura si sia ricomposta- la fisioterapia e la riabilitazione quanto durerà ?quali rischi corro?

  • JimdoPro
    #60

    Antonio Siepi (domenica, 29 aprile 2012 18:39)

    @Pina:
    La gestione di un paziente emiplegico non è semplice, per le complicanze che si possono incontrare, e deve essere riabilitato solo da personale qualificato. Capisco la sua richiesta, ma Le consiglio di affidarsi ad un collega per delle terapie domiciliari, in attesa della visita geriatrica.
    Saluti.

  • JimdoPro
    #61

    Antonio Siepi (domenica, 29 aprile 2012 18:43)

    @gaetano pasquariello:
    Un ciclo di fisioterapia, dopo una frattura di femore dura all'incirca 4-5 settimane. Dopo questo periodo sarà clinicamente guarito, anche se dovrà continuare con gli esercizi a casa, almeno per qualche altro mese per recuperare pienamente il tono muscolare.
    Stia tranquillo, non corre nessun rischio durante la riabilitazione.
    Auguri.

  • #62

    lucrezia magistri (lunedì, 30 aprile 2012 22:57)

    mio padre di 94 anni è stato operato di endoprotesi cementata, ma dopo 25 giorni c'è stata la prima lussazione e dopo due giorni subito un'altra, entrambe le volte è avvenuta la riduzione. Ora deve tenere un tutore per 30 giorni. questa procedura è corretta ? oppure potrebbero i muscoli inflaccidirsi ancora di più non consentendogli il recupero sperato ? Sono angosciata. Grazie per la risposta

  • JimdoPro
    #63

    Antonio Siepi (venerdì, 04 maggio 2012 18:33)

    @lucrezia magistri:
    Capisco la sua preoccupazione, ma adesso è importante stabilizzare l'anca per non avere ulteriori lussazioni. Sicuramente, in questo periodo avrà un calo del tono muscolare, ma lo riprenderà gradualmente appena comincerà la riabilitazione.
    Saluti.

  • #64

    Silvia (martedì, 08 maggio 2012 22:34)

    Salve,
    Mia madre, 84 anni, un anno fa ha avuto una leggera ischemia in seguito alla quale ha problemi di equilibrio. A fine marzo é caduta, ha avuto una frattura pertrocanterica del femore sinistro ed e stata trenta giorni a letto. Quando ha iniziato la riabilitazione si è manifestato subito un deficit all'altra gamba, che non la sostiene, anzi la deve trascinare facendo addirittura più carico sulla gamba della frattura che si è ben saldata. Adesso è da una settimana in un istituto di riabilitazione ma ancora non riesce a sostenersi. Cosa può essere successo all'altra gamba? Un'ipotonia muscolare? Il mio timore e che ci sia qualcosa di neurologico, vista la precedente ischemia. Grazie per la sua attenzione.

  • #65

    andrea (giovedì, 24 maggio 2012 08:34)

    Buongiorno a tutti sono molto giu di morale ho 43 anni ho fatto untervento di protesi totale all anca sx x coxartrosi il 6 febbraio.Ad oggi24/5 devo ancora usare una stampella con dolori anche al parziale carico ai nervi che partono dalla schiena per scendere al gluteo dietro coscia ginocchio per poi passare alla stinco.Mi han detto che la protesi (da lastra) e' ben impiantata mi han dato delle punture di muscoril piu vitamine e calcio da prendere .Nonostante questa cura che sto ancora facendo non vedo nessun miglioramento. non so piu cosa fare cosa mi consiglia? sto andando in depressione... grazie per la collaborazione

  • JimdoPro
    #66

    Antonio Siepi (domenica, 27 maggio 2012 16:37)

    @Silvia:
    Sono spiacente di non averLe risposto, ma purtroppo non ero stato avvisato del suo post.
    Come sta sua madre adesso? E cambiato il quadro clinico da quando ha iniziato la riabilitazione?Saluti.

  • JimdoPro
    #67

    Antonio Siepi (domenica, 27 maggio 2012 16:38)

    @andrea:
    Ma i dolori quando sono iniziati? Ha fatto la riabilitazione dopo l'intervento?

  • #68

    vanni (domenica, 03 giugno 2012 12:33)

    il 22 marzo 2012 sono stato operato (IMPIANTO DI PROTESI ANCA NON CEMENTATA MODELLO ZIMMER CERAMICA-CERAMICA A SINISTRA ) IN ANESTESIA SPINALE dopo un mese ho effettuato i raggi con esito di anca correttamente posizionata sembra tutto a posto, ma quando mi alzo da seduto sento male all'inguine e al muscolo della natica lo stesso dolore lo sento anche camminando dopo poche centinaia di metri mi devo fermare, le chiedo gentilmente se tutto questo è nella normalità ringrazio per la sua preziosa risposta

  • #69

    Antonio Siepi (mercoledì, 06 giugno 2012 19:55)

    @vanni:
    Se la protesi è ben impiantata, probabilmente i suoi problemi sono di natura muscolare. Se i muscoli sono ipotonici o si sono formate delle aderenze , possono provocare i disturbi da Lei descritti.
    Se lo consiglio una valutazione da un fisiatra o fisioterapista per individuarne le cause.
    Saluti.

  • #70

    andrea (sabato, 09 giugno 2012 16:45)

    si di fisioterapia ne ho fatta parecchia.. ora mi han fatto fare anche una rmn perche' dopo visita con ortopedico sospettano qualcosa all ileopsas...devo fare prossimamanete anche la scintigrafia Questo e' l esito della rmn: si osserva in corrispondenza del piccolo troncadere un segnale spongioso di elevata intensita' nelle sequenze t2 pesate e tirm, che si colloca in prossimita della porsione mediale della protesi stessa, vi corrisponde una irregolarita' di segnale compatibile con una modesta imbibizione edematsoa possibile espressione di una lieve entesite distale del muscoloileopsas. Epresente una modesta iperintensita di segnale espressione di flogosi tessutale in corrispondenza delle regioni peritrocanteriche in quadro di lieve impigement e minima borsite come conclusione dice che il quadro evinziato puo' esprimere una iniziale condizione di mobilizzazione, tuttavia la conteporanea presenza di una lieve entesite del piccolo psoas puo' contribuire alla presenza di edema spongioso.Alla fine si riserva pero' di vedere la scintigrafia per un last look... io nn c ho capito un gran che... nel senso che asppetto di fare la scintigrafia e poi andare dal chirurgo ma mi pare di capire che i problemi possono esse re o mobilizzazione della protesi o problemi con l ilepsoas... grazie della collaborazione
    andrea

  • JimdoPro
    #71

    Antonio Siepi (mercoledì, 13 giugno 2012 19:45)

    @andrea:
    LA RM evidenzia un'infiammazione del tendine del muscolo psoas a livello della sua inserzione ossea. Però questa infiammazione non è compatibile con la clinica del suo problema. I dolori che avverte potrebbero essere di natura muscolare o nervosa.
    Sarà il chirurgo che l'ha operata ad approfondire bene la sua questione.
    Saluti.

  • #72

    marisa (venerdì, 15 giugno 2012 16:34)

    buon giorno,sono stata operata di protesi totale al ginocchio destro mel mese di marzo 2012,vorrei sapere per favore, perchè mi si addormenta il ginocchio spesso? Grazie

  • JimdoPro
    #73

    Antonio Siepi (sabato, 16 giugno 2012 17:51)

    @marisa:
    Purtroppo,oggettivamente, non posso conoscere la causa del suo problema. Le consiglio di rivolgersi allo specialista che l'ha operata per avere maggiori
    delucidazioni.
    Saluti.

  • JimdoPro
    #74

    Antonio Siepi (giovedì, 28 giugno 2012 19:24)

    @friggeris@gmail.com:
    Ho spostato e risposto al suo post, nella sezione apposita:
    http://www.antoniosiepi.com/video/arto-superiore/commenti-su-esercizi-domiciliari-spalla-pag-3/

  • #75

    felicia maria di ianni (venerdì, 29 giugno 2012 20:04)

    buongiorno dottore volevo chiederle come mai dopo due mesi dall'intervento di frattura pertrocanterica con osteosintesi non ancora riesco a camminare bene anche se ho fatto tanta fisioteapia e ho l'andatura claudicante da cosa dipende ci sono esercizi che devo fare in più e se questa zoppia passa anche se non ho dolori attualmente cammino senza stampelle cosa mi consiglia di fare? grazie

  • #76

    giovanni (sabato, 30 giugno 2012 11:35)

    buona giornata dottore mi chiamo giovanni volevo chiedere un consiglio sul mio problema<<<12 anni fa ho fatto la protezi all .anca con costrusione della testa<< e andovo molto bene sensa dolore <<<<<<<<<<<<<< ma adesso ho cominciato ha sentirli ha tal punto che mi prende tutta la gamba cosa puo essere capitato e sopratutto cosa dovrei fare grazie di cuore giovanni

  • JimdoPro
    #77

    Antonio Siepi (domenica, 01 luglio 2012 20:11)

    @felicia; @giovanni:
    Vi ringrazio della stima, ma oggettivamente non posso conoscere la causa dei vostri problemi senza una valutazione accurata. Il consiglio che, in questi casi, mi sento sempre di dare e di rivolgersi allo specialista che vi ha operati per ricercare la causa del problema.
    Auguri.

  • #78

    Viola (venerdì, 06 luglio 2012 00:09)

    Salve, vorrei chiederle cortesemente un parere professionale sul caso di mia madre, operata ieri di protesi all'anca destra. Mia madre è cardiopatica, ha avuto un angina nel 2006 e fino a due anni fa era ritenuta ancora angina instabile, tant'è che per questo intervento di protesi l'anestesista, dopo una scintigrafia, le ha assegnato "rischio 3". Sembra sia andato tutto bene con l'intervento ieri (avevano detto che lo facevano via anteriore e poi hanno cambiato idea e l'hanno fatto posteriore laterale, non so neanche se è legale cambiare direzione così, senza il consenso del paziente, ma sorvoliamo questo aspetto, per ora). Stamattina, però, il chirurgo che l'ha operata l'ha messa forzatamente in pozione seduta sul bordo del letto tirandola per le mani e forzandole il piede con brutalità, come un sacco di patate e mia madre ha sentito molto dolore nella zona dell'intervento. Urlava a squarciagola. E' normale che un medico chirurgo (per di più anche primario di Ortopedia) tratti così i pazienti? Posso oppormi legalmente in qualche modo senza rischiare che la butti fuori dal reparto? C'è un protocollo da seguire? Come posso tutelare mia madre da un simile barbarismo nei giorni a seguire, visto che deve stare lì per altri 4 giorni prima di essere trasferita in clinica riabilitativa convenzionata? Io temo per il cuore, perché un simile barbarismo fa venire un colpo anche ad una persona sana, figuriamoci ad un amato! Grazie per tutti i consigli che vorrà darmi!

  • JimdoPro
    #79

    Antonio Siepi (domenica, 08 luglio 2012 18:07)

    @Viola:
    All'interno di ogni ospedale c'è la sezione del Tribunale dei diritti del malato. Se Lei ritiene che ci sia stato un abuso o ingiustizia, nei confronti di sua madre, si rivolga pure a questo sportello che Le daranno tutte le informazioni plausibili al riguardo.
    Saluti.

  • #80

    christine (mercoledì, 01 agosto 2012 04:38)

    ciao vorei sapere se dopo l'intervento si cammina normalmemnte invece di zoppicare
    grazie

  • JimdoPro
    #81

    Antonio Siepi (domenica, 05 agosto 2012 18:13)

    @christine:
    Dopo l'intervento, nelle prime fasi della riabilitazione è normale avere una certa zoppia, ma poi proseguendo il percorso riabilitativo si ritorna a camminare in maniera normale.
    Saluti.

  • #82

    christian (venerdì, 14 settembre 2012 13:56)

    buongiorno, ho mia madre che a giugno/luglio a subito l'amputazione della gamba sinistra sopra il ginocchio. Dall'ospedale dove è stata operata è l'hanno trasferita in data 09/08/2012 in un centro di riabilitazione, a circa un mese di distanza il primario ha deciso di dimetterla per il 15/09/2012.Senza mai aver visto una protesi, le chiedo se è possibile che una persona che ha subito un'amputazione "con agiunta che mia madre ha una paresi del braccio e della gamba destra" venga dimessa in questo modo. Solo perchè il primario ritiene che il suo processo di riabilitazione è finito in base alle nuove leggi che hanno le strutture private grazie al Signor MONTI:

  • JimdoPro
    #83

    Antonio Siepi (domenica, 16 settembre 2012 13:15)

    @christian:
    Capisco il suo risentimento, ma Le posso garantire che sua madre non è stata abbandonata dal SSN.
    Esistono diverse forme di assistenza integrata, presso il proprio domicilio o in altre strutture convenzionate per proseguire con la riabilitazione e l'addestramento all'uso della protesi.
    Ne parli pure col suo medico di base, o con un addetto del distretto sanitario di competenza, per avere tutte le informazioni necessarie.
    Saluti.

  • #84

    mary (mercoledì, 31 ottobre 2012 14:40)

    salve, dottore mio padre ha subito per ben 2 volte interv. anca sx metodo amis, con cementazione nella seconda, il primo 8/09/11 e il 2° luglio 2012., ancora oggi pero' risente forti dolori e nn puo' deambulare; per la riabilitazione e' stato in clinica 1 mese ogni giorno ha fatto esercizi. Cosa ci consiglia? di fare un ulteriore consulto? Calcoli che il tono muscolore e un troppo base a mio parere, ma essendo 80 enne ho riferiot che nn puo' caricare tanto , ma in maniera graduale. vorrei chiarimenti se e' possibile

  • JimdoPro
    #85

    Antonio Siepi (sabato, 03 novembre 2012 11:08)

    @mary:
    Sicuramente deve richiedere un ulteriore consulto, sia al chirurgo che l'ha operato, sia al fisiatra della clinica dove ha fatto riabilitazione per conoscere la causa del problema.
    Non è normale, dopo 4 mesi, avere ancora forti dolori che impediscono la deambulazione.
    Saluti.

  • #86

    mary (lunedì, 05 novembre 2012 20:26)

    si il prb e' che il chirurgo se ne' lavato le mani e il fisiatra passa la palla a lui,; c'e qualcuno che lei conosca al quale poterci rivolgere? Siamo di Palermo e disposti anche a spostarci

  • #87

    @mary (martedì, 13 novembre 2012 14:51)

    salve dottore nn ho ricevuto alcuna risposta da parte sua, ma e' pur vero che nn so lei se sia disponibile ad una eventuale visita ...

  • JimdoPro
    #88

    Antonio Siepi (lunedì, 19 novembre 2012 15:32)

    @mary:
    Mi dispiace ma non ho conoscenze da poterla indirizzare in Sicilia. La ringrazio della stima, ma informandosi presso il suo medico, o altre figure professionali troverà sicuramente lo specialista che potrà aiutare suo padre.
    Auguri.

  • #89

    Filippo Sava (domenica, 05 maggio 2013 07:49)

    Buongiorno 10 anni fa' sono stato operato : artoprotesi bilaterale, ora capisco di non aver eseguito per niente bene l'iter per il recupero.Non ho più recuperato i muscoli della gamba sinistra ho grossi problemi di stabilità ed equilibrio, zoppico .Non ho dolori. Cosa posso fare?

  • #90

    Paolo Gargantini (domenica, 13 ottobre 2013 18:56)

    Buongiorno dottor Siepi, ho trovato il suo sito per caso e l'ho trovato subito molto interessante e completo. Complimenti. La mia è una domanda semplice che però non ho trovato fra quelle che Le hanno già sottoposto: ho 60 anni, e sono stato operato 20 giorni fa di protesi d'anca completa sx, metodo tradizionale, per displasia congenita bilaterale, tutto ok, nessun dolore all'articolazione ma la gamba, pur non essendo gonfia, è "viola" a macchie sparse, specie sotto il ginocchio, e un po' dolorosa al tatto, il trattamento attuale antitrombosi sono due capsule giornaliere di Pradaxa da 110 mg. E' una situazione normale? La ringrazio per l'attenzione che mi vorrà dedicare e porgo cordiali saluti. Paolo Gargantini

  • loading